Aperte le iscrizioni di metà anno. Scopri le quote.

Camp Estivo con pernottamento tra le montagne di Bergamo

Camp estivo tra Natura e Sport

Molto più di un camp estivo con pernottamento tra le montagne di Bergamo, molto più della semplice fusione tra natura e sport. Pensate alla magia di una storia raccontata davanti al falò, al fascino di una passeggiata notturna nel bosco, al senso di libertà del dormire fuori casa, alla sfida del farcela da soli, al senso di gruppo che si crea giorno dopo giorno, alla bellezza della montagna e alla libertà dell’estate. Ma soprattutto: alla capacità di ricreare il calore di una famiglia. Sono questi, e molti altri, gli ingredienti de “L’Aquilone”, il camp estivo con pernottamento per bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni, di Educazione.Sport, associazione sportiva dilettantistica di Bergamo che è una vera comunità, una filosofia, uno stile di vita per crescere i ragazzi con strumenti educativo-sportivi di alto livello.

Il progetto L’Aquilone 

L’Aquilone 2024” è già pronto a prendere il volo per quella che, dall’1 al 6 luglio, sarà la sua 18esima edizione: il camp prevede una settimana di immersione nell’ambiente della montagna (in Località Spiazzi di Gromo, in Val Seriana). I ragazzi, seguiti da tecnici qualificati, saranno impegnati ogni giorno in tornei, passeggiate all’aperto e giochi di squadra. Ma ci saranno anche tanti momenti di divertimento, aggregazione e, aspetto centrale e importante del progetto, autonomia. Perché è questo che i bambini sperimentano assieme a tecnici e accompagnatori, per vivere un’avventura fuori casa ma al tempo stesso un ambiente capace di ricreare comprensione, stimoli, legami, vicinanza e divertimento.

Da Zero a Cento

L’idea di creare un camp estivo natura e sport con pernottamento la si deve alla passione, al coraggio, alle capacità o, come direbbero loro “all’incoscienza e all’entusiasmo”, di Claudia Mazzoleni e Giorgio Buzzone, creatori e fondatori de L’Aquilone nel lontano 2007. E’ stato proprio da una loro chiacchierata, da un loro sogno e dal loro dirsi che “la differenza tra fare una cosa e non farla è…farla” che tutto è iniziato. Hanno così unito la conoscenza del mondo sportivo e degli allenamenti di Giorgio alle competenze nell’ambito turistico e alberghiero di Claudia. Sono partiti con un camp a cui parteciparono 21 bambini, appartenenti principalmente ai contatti di Giorgio, e si ritrovano ora a gestire oltre 100 bambini, che in molti casi sono diventati frequentatori fedeli e continuativi del camp.

Il Camp per Bambini e Ragazzi

L’Aquilone è il più impegnativo ma anche il più romantico di tutti i progetti di Educazione.Sport”, racconta Giorgio, a cui piace sottolineare quei piccoli momenti, dal farsi la doccia al mettersi il pigiama, che per i bambini fanno la differenza: quei momenti che permettono di costruire attorno a loro empatia e familiarità. Chi di noi non ricorda col sorriso, e con un pizzico di nostalgia, le prime volte in cui, da piccoli, si dormiva fuori casa, da un amico o in vacanza o perché si partecipava a un torneo? Ecco, “L’Aquilone” mette insieme tutte queste componenti.

Dormire Fuori

Dormire fuori permette di sperimentare l’autonomia, cosa rara per i ragazzi di oggi”, spiega Claudia, che poi prosegue: “E’ anche un modo, per loro, di sentire di avercela fatta. Perché alcuni vengono al camp con un gruppo di amici ma tanti scelgono anche di venire da soli e banalmente si affronta così anche la paura di stare lontano dai genitori per una settimana”. E nel corso della settimana, che si trascorre in una struttura moderna e attrezzata, succedono sempre un sacco di cose: nascono amicizie, ci si sente una grande comunità, si vivono assieme i diversi momenti della giornata.

Il camp e le Attività di giorno e di sera

Di giorno c’è spazio per passeggiate, vita di montagna, tornei sportivi a squadre (che vogliono essere aggregativi e conoscitivi più che competitivi) e altre attività differenti anche in base all’età; la sera si favorisce un senso di famiglia, si mettono in piedi spettacoli e si scherza con le barzellette, si ricrea un ambiente famigliare e si va alla ricerca della magia dell’estate e della montagna. Il programma del camp, infatti, prevede passeggiate notturne nel bosco, che non mancano mai di suscitare lo stupore e il senso dell’avventura nei bimbi, e il cosiddetto “fuoco dei racconti”, cioè momenti dal fascino inconfondibile in cui si chiacchiera e si narrano storie davanti al falò.

I tecnici che seguono i ragazzi al Camp

A seguire i bambini, oltre a Giorgio e Claudia con la loro lunghissima esperienza, ci sono tecnici qualificati, scelti tra i 70 che lavorano abitualmente con Educazione.Sport: sono tutti laureati o comunque verso la fine del percorso di laurea di scienze motorie, e sono tutti cresciuti nel tempo con l’associazione. Perché anche tra lo staff, come Giorgio tiene a sottolineare, si creano legami e amicizie vere: capita così che quello che era un bimbo che tanti anni fa prese parte al progetto Aquilone ora partecipa allo stesso camp ma in qualità di tecnico.

Aggiornamenti quotidiani per i genitori

I genitori che affidano i bambini al progetto Aquilone sanno dunque di essere nelle mani di tecnici qualificati e persone esperte che da anni di dedicano ai camp estivi con passione e competenza. E ogni giorno ricevono aggiornamenti quotidiani sulle attività e su tutto quello che si fa al camp: le mamme e i papà possono, infatti, tenersi aggiornati tramite i canali social di Educazione.Sport, tramite foto e video messi a loro disposizione e inoltre, da quest’anno, anche tramite una chat su WhatsApp.

Un’avventura indimenticabile

L’ultimo giorno di camp poi, quando vanno a prendere i bambini, i genitori hanno modo di vedere con i loro occhi dove e come i figli hanno trascorso le loro giornate. E alla fine dell’esperienza, racconta ancora Giorgio, è frequente fare i conti con le lacrime di qualcuno. E sono lacrime di gioia per un’esperienza che non pensavano potesse essere tanto arricchente e bella, capace di regalare amici e il desiderio di riviverla l’anno successivo.

Perché, appunto, questo progetto è molto più di un camp tra natura e sport: per molti è un appuntamento fisso che non vedono l’ora di rifare, per tutti è un’avventura indimenticabile.

Condividi Articolo su WhatsApp

Sono aperte le iscrizioni per i camp estivi!

A partire da €125 a settimana, in più di 10 paesi della Bergamasca!

Articoli correlati

Vuoi scoprire di più su Educazione.Sport?

Siamo un'associazione sportiva che opera nella provincia di Bergamo da più di 12 anni!

Corso Multisport Bergamo